Attualmente il settore è invece confrontato con la carenza di personale, che sta portando alla cancellazione di voli e a ritardi
Attualmente il settore è invece confrontato con la carenza di personale, che sta portando alla cancellazione di voli e a ritardi (keystone)

Più voli in inverno per Swiss

Per la stagione la compagnia aerea prevede di raggiungere l’80% della capacità rispetto al periodo prepandemico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sono 93 le destinazioni che a partire dal prossimo inverno si potranno raggiungere con la compagnia aerea Swiss, partendo da Ginevra e da Zurigo. È quanto si apprende da una nota diffusa oggi, martedì. L’orario invernale, che scatterà il prossimo 30 ottobre, raggiungerà l’80% della capacità del 2019, quindi del periodo precedente alla pandemia.

In effetti il numero delle destinazioni disponibili – si tratta di 83 da Zurigo e di 26 da Ginevra – sarà superiore al 2019, ma con una frequenza inferiore di collegamenti. Tra le novità si conta un volo diretto tra Zurigo e Bristol, nel Regno Unito. Saranno inoltre confermati, sempre da Kloten, i collegamenti con Bologna, Nantes, Sofia e Vilnius, già disponibili da quest’estate. E saranno potenziati i voli verso Belgrado, Porto, Alicante, Barcellona e Malaga, come pure quelli intercontinentali verso Bangkok, Singapore, Delhi e Mumbai.

Attualmente il settore dell’aviazione si sta ancora risollevando dalla pandemia. Ed è confrontato con la carenza di personale, che sta portando alla cancellazione di voli e a ritardi. Anche Swiss ha di recente annunciato l’annullamento di diverse centinaia di collegamenti.

 
Condividi