Una famiglia povera deve sopravvivere con meno di 20 franchi al giorno a persona
Una famiglia povera deve sopravvivere con meno di 20 franchi al giorno a persona (ti press)

Povertà infantile, è allarme

Caritas svizzera: "Colpiti 76'000 bimbi, altri 188'000 in condizioni precarie. Serve una strategia nazionale"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

E' necessaria una strategia nazionale per combattere la povertà infantile. E per ridurre questo flagello sono necessarie, tra l'altro, anche prestazioni complementari per le famiglie. Lo sostiene la Caritas svizzera.

La povertà infantile è un dato di fatto in Svizzera, ha ricordato giovedì l'organizzazione: 76'000 bambini ne sono colpiti e altri 188'000 vivono in condizioni precarie, appena al di sopra della soglia di povertà. I bambini che vivono in famiglie monoparentali e quelli i cui genitori hanno un basso livello di istruzione sono particolarmente interessati dal problema.

Una famiglia povera deve sopravvivere con meno di 20 franchi al giorno a persona per cibo, vestiti, energia, mobilità, igiene, comunicazioni, manutenzione e istruzione.

Lo Stato non sta facendo abbastanza per sostenere bambini e famiglie, afferma la Caritas: con l'1,5% del PIL, la Svizzera è ben al di sotto della media europea del 2,3%. Per recuperare il tempo perduto, la Svizzera dovrebbe investire tre volte e mezzo quello che sta investendo nella cura extra familiare dei bambini.

Allarme povertà infantile

Allarme povertà infantile

TG 20 di giovedì 16.11.2017

La testimonianza di una madre sola

La testimonianza di una madre sola

TG 20 di giovedì 16.11.2017

 
 

ATS/M. Ang.

Condividi