In un locale di Frauenfeld si tenevano riunioni dei presunti affiliati
In un locale di Frauenfeld si tenevano riunioni dei presunti affiliati (archivio)

Presunti mafiosi estradati

Due sospettati di appartenenza alla cellula turgoviese della ‘ndrangheta consegnati all’Italia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Svizzera ha estradato giovedi in Italia due presunti membri della cellula della ndrangheta di Frauenfeld. Altri dieci affiliati sono incarcerati da venerdì scorso in vista dell'estradizione. La decisione è motivata con il rischio di fuga. Il Tribunale penale federale ha respinto 12 ricorsi contro questa misura.

Le due persone consegnate alle autorità italiane a Chiasso hanno rinunciato a impugnare la decisione, mentre le altre dieci intendono farlo.

Nel marzo del 2016 le polizie cantonali di Turgovia e Zurigo avevano arrestato 13 italiani accusati di far parte di un'organizzazione mafiosa. Visto che i sospettati vivevano in Svizzera da anni ed erano a conoscenza delle indagini italiane prima ancora del loro arresto, l'Ufficio federale di giustizia aveva considerato esiguo il rischio di fuga e di collusione e li aveva fatti scarcerare su cauzione o predisponendo misure cautelari.

ats/mas

Condividi