Stando ad alcuni esperti il tasso di partecipazione potrebbe, dopo molti anni, superare il 50% a livello nazionale (keystone)

Una partecipazione che promette bene

Federali e voto per corrispondenza: i primi dati mostrano un incremento delle buste riconsegnate alle cancellerie dei grandi centri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli elettori delle grandi città, in vista delle Federali, stanno votando di più rispetto a quelli delle regioni periferiche. È quanto indicano i primi dati sulla partecipazione al voto. Nella città di Berna, ad esempio, a cinque giorni dal voto, è stato registrato il rientro di oltre 24'000 buste per il voto per corrispondenza: 5'000 in più rispetto a quelle dello stesso momento del 2015.

Secondo alcuni esperti, per la prima volta da 40 anni, per delle Elezioni federali si potrebbe avere un tasso di partecipazione superiore al 50% sul piano nazionale, cosa che non succede dal remoto 1975. Negli ultimi anni, infatti, la media era attorno al 48%.

La partecipazione è in aumento anche a Zurigo, mentre nei piccoli comuni il materiale di voto sembrerebbe rientrare un po’ più lentamente rispetto a quattro anni fa. Uno dei motivi di questa differenza potrebbe essere legato ai temi affrontati durante la campagna elettorale.

Si è parlato molto dei cambiamenti climatici, ad esempio, ed è noto che sono proprio le aree urbane ad essere maggiormente sensibili su questo tema.

 

RG/eb
Condividi