Attacco all'arma bianca nel grande magazzino di Lugano, si sospetta atto di terrorismo (keystone)

Vigilare "sul terrore jihadista"

Le donne, anche in Svizzera, ricoprono un ruolo sempre più rilevante nelle violenze di matrice islamica

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Le donne ricoprono un ruolo sempre più rilevante nel terrorismo di matrice islamica". Lo sostiene la NZZ am Sonntag, secondo cui il fenomeno è cresciuto soprattutto negli ultimi anni.

Interpellato dal giornale, l'esperto Max Hofer, che recentemente ha pubblicato uno studio sull'islam radicale in Svizzera, ricorda che oggi le donne sono sempre più impegnate nella propaganda, nel reclutamento di nuovi affiliati e sono in grado di compiere attacchi.

Sul tema si esprime anche la direttrice della Fedpol, Nicoletta della Valle, che dalle colonne invece della SonntagsZeitung si sofferma sul presunto attentato terroristico messo a segno martedì scorso in pieno centro a Lugano, quando una simpatizzante dell'autoproclamato Stato islamico, ha accoltellato due donne, ricordando che "bisogna vigilare poiché il terrorismo di matrice jihadista è presente pure nella Confederazione".

ATS/Swing

Condividi