"Vince" l'acqua dall'iceberg

Si tratta del trasporto più assurdo che si aggiudica il premio svizzero "Sasso del Diavolo" dell'Iniziativa delle Alpi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il "Sasso del Diavolo", premio dell'Iniziativa delle Alpi per chi promuove i trasporti più assurdi, quest'anno va all'acqua "Berg" prodotta da iceberg della Groenlandia.

L'acqua minerale di lusso della marca canadese è distribuita dalla catena di grandi magazzini Manor con la linea "Eaux du monde". È prodotta con iceberg groenlandesi raccolti attorno a Terranova, portati a terra in nave e poi per strada a Mount Pearl, dove avviene l'imbottigliamento. Da lì l'acqua prosegue in traghetto e per strada fino al porto di Halifax, da dove va poi in nave ad Anversa e, passando da Bordeaux, fino in Svizzera, in un Paese dove non è certo la buona acqua potabile che manca.

Si tratta di un percorso di 9'600 chilometri, con un alta emissione di CO2. Considerato inoltre lo scioglimento delle cappe polari, l'operazione commerciale risulta particolarmente cinica, sottolinea la motivazione dell'Iniziativa delle Alpi.

Il contraltare del "Cristallo di rocca", l'esempio virtuoso, va per contro al progetto di promozione della cucina regionale "autunno culinario", una cooperazione fra la piattaforma Alpinavera e GastroGrigioni in collaborazione con le associazioni gastronomiche di Glarona e Uri. I partecipanti sono presentati in un opuscolo e possono segnalare pietanze che sono prodotte con almeno il 60% di ingredienti regionali. In tal modo si dà un contributo prezioso affinché le filiere di commercio regionali abbiano un ruolo più importante nella ristorazione.

Mai più acqua dalla Groenlandia

Mai più acqua dalla Groenlandia

TG 19:30 di martedì 29.09.2020

 
ATS/sdr
Condividi