L'affluenza alle urne si è attestata intorno al 52%, superiore alla media degli ultimi anni (Keystone)

Votazioni federali, un "sì" e un "no"

Accettato con il 64,1% dei voti il “Matrimonio per tutti”, mentre l’”Iniziativa 99%” è stata respinta dal 64,9% dei votanti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo una lunga battaglia, in Svizzera le coppie omosessuali potranno infine sposarsi. Il popolo ha infatti accettato domenica il Matrimonio per tutti con il 64,10% dei "sì" e il 35,9% di "no". La partecipazione si è attestata al 51,92%, con un coinvolgimento elevato in particolare nelle città, secondo gli esperti di gfs.bern.

Si 64.1%
No 35.9%
1'828'427 Voti 1'024'167
23 Cantoni 0
Mappa Dati non ancora disponibili
Modifica del 18 dicembre 2020 del Codice civile svizzero (Matrimonio per tutti) approvata 26 settembre 2021 partecipazione: 52.6%
 

Il risultato delle urne è - come previsto - piuttosto netto, e il testo è stato approvato in tutti i cantoni, anche quelli storicamente conservatori. A Glarona è stato ad esempio accolto con il 61,12% dei voti, e a Nidvaldo il "sì" ha raggiunto il 61,57%.

In Ticino i favorevoli sono risultati il 52,92%, con una partecipazione del 47,95%, nei Grigioni il 62,75%, con una partecipazione del 47,72%. Il Matrimonio per tutti ha avuto particolarmente successo a Basilea Città con un'approvazione del 73,96%. Il cantone più "timido" è risultato invece Appenzello Interno, con "solo" il 50,82% di "sì".

"Iniziativa 99%": secco rifiuto popolare

Si 35.1%
No 64.9%
986'901 Voti 1'823'056
0 Cantoni 23
Mappa Dati non ancora disponibili
Iniziativa popolare del 2 aprile 2019 «Sgravare i salari, tassare equamente il capitale» respinta 26 settembre 2021 partecipazione: 52.2%
 

Nessuna chance invece per per l'iniziativa 99% dei giovani socialisti (GISO): la proposta di tassare maggiormente il capitale per sgravare il lavoro è stata respinta dal 64,9% dei votanti e da tutti i cantoni.

I sondaggi della vigilia avevano previsto abbastanza precisamente l'esito dello scrutinio e sin dallo spoglio dei primi comuni e cantoni si è capito che il risultato non sarebbe mai stato in bilico. A conti fatti l'iniziativa "sgravare i salari, tassare equamente il capitale" è stata approvata da 986'901 persone, mentre i contrari sono stati 1'823'056. La partecipazione si è attestata al 51,6%.

La proposta di modifica costituzionale mirava ad aumentare le imposte per i più ricchi in modo da sgravare la classe media e aiutare le fasce meno fortunate della popolazione.

La reazione del Consiglio federale

Il Consiglio federale si è mostrato soddisfatto, in conferenza stampa a Berna, dei risultati odierni alle urne.

"I cittadini hanno votato chiaramente e il testo è stato approvato da tutti i cantoni", ha detto la consigliera federale Karin Keller-Sutter parlando del Matrimonio per tutti. Le coppie omosessuali verranno trattate allo stesso modo dal punto di vista giuridico e avranno gli stessi diritti: avranno quindi accesso, ad esempio, alle adozioni. Le donazioni di sperma anonime e quelle di ovuli, oltre che le cosiddette madri surrogate, rimangono vietate. Sarà invece disponibile la naturalizzazione facilitata, ha spiegato la ministra. L'obiettivo è quello di arrivare all'applicazione pratica a partire dal primo luglio 2022.

Parlando della bocciatura alle urne dell'’Iniziativa 99%”, il consigliere federale Ueli Maurer ha affermato: "Il sistema fiscale svizzero funziona e non è necessario alcun nuovo bilanciamento". In sintonia con la posizione di Governo e Parlamento, nonché al termine di un dibattito giudicato "molto pragmatico e costruttivo", il popolo ha ritenuto che il livello di distribuzione della ricchezza nel paese è da ritenersi sufficiente, ha sottolineato il ministro delle finanze.

No all'iniziativa 99%

No all'iniziativa 99%

TG 20 di domenica 26.09.2021

 
ATS/YR
Condividi