Immagine d'archivio
Immagine d'archivio (©Tipress)

“Deploriamo queste pratiche”

Il Governo, rispondendo a un’interrogazione, si esprime sugli annunci per soli frontalieri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

“Gli annunci di lavoro per soli frontalieri non possono che preoccupare, in quanto acuiscono potenzialmente una concorrenza dannosa sul mercato del lavoro, con un serio pericolo di speculazione in materia salariale e di condizioni lavorative”. Sono parole del Consiglio di Stato, contenute in una risposta a un’interrogazione sul tema del deputato Massimiliano Robbiani dello scorso mese di dicembre.

L’Esecutivo deplora quindi queste pratiche “contrarie alle norme dell’etica e frutto del comportamento mirante esclusivamente alla contrazione dei costi di qualche imprenditore”.

Non è possibile proibire la pubblicazione di questi annunci e sarebbe poco efficace, precisa infine il Governo che aggiunge “essa deve essere di conseguenza monitorata, con la dovuta attenzione, come peraltro già accade nell’ambito delle indagini del mercato del lavoro che sono accuratamente pianificate e condotte dai servizi cantonali per conto della Commissione tripartita in materia di libera circolazione delle persone”.

SP

Condividi