Amalia Mirante guarda Avanti

Il Quotidiano di lunedì 05.12.2022

Battesimo con la pioggia per Amalia Mirante ed Evaristo Roncelli (Tipress)

Amalia Mirante si porta "Avanti"

Lasciato il PS, assieme a Evaristo Roncelli, l'economista 44enne presenta il nuovo movimento, il sesto nella galassia socialista: "Vogliamo fare qualcosa di diverso"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il significato del suo nome, Amalia, è "la perseverante". E ce ne vuole, di costanza, per rimettersi in pista dopo il mancato sostegno alla sua candidatura in Consiglio di Stato da parte del suo partito. O meglio ex partito, perché Amalia Mirante, 44 anni, rassegnate le dimissioni dal PS, ha fondato un nuovo movimento “Avanti”, che ha presentato lunedì.

A chi vi rivolgete? Agli insoddisfatti degli altri partiti?

 "Dal nostro punto di vista - risponde l’economista e co-fondatrice Amalia Mirante - quest’area politica, questo spazio, questa socialdemocrazia non trova un partito, un movimento che possa raccogliere questo voto. Noi cerchiamo questa rappresentanza".

"Avanti" è il sesto movimento nell’area socialista. Non si rischia di frammentare e indebolire la sinistra?

"Personalmente non credo - afferma il co-fondatore Evaristo Roncelli -. Portiamo un progetto nuovo che, se piacerà, attirerà voti. Altrimenti verranno votati i partiti già esistenti. Si tratta di creare un po' di sana concorrenza e questo può portare solo qualcosa di positivo".

Il programma è già stato definito nei suoi punti principali: lavoro, educazione, cultura e naturalmente economia. Il vostro modello è quello dell’"economia mista sociale". Di nuovo torna la parola "socialità"…

"Sì, perché crediamo in una società che si rifà a una socialdemocrazia. Dove quindi l’economia e lo Stato convivono e lavorano insieme nell’interesse dell’economia, dei cittadini e dello Stato. Non ci sono lotte ma bisogna trovare la formula per lavorare tutti nella stessa direzione".

Con quali modalità, lo spiega ancora Roncelli, "vogliamo fare qualcosa di diverso. Vogliamo chiedere alla persone che cosa gli serve e cercare di trovare una soluzione fattibile. E poi collaborare con tutte le forze politiche per poterla portare a casa".

In vista delle elezioni cantonali del 2023 "Avanti" vuole presentare una lista per il Consiglio di Stato e per il Parlamento. Di sicuro ci sarà Roncelli, mentre la co-fondatrice deve ancora verificare la compatibilità con i suoi incarichi professionali. Vi fosse, sarà in lista? "Assolutamente sì", risponde Mirante.

QUOT/Red. MM
Condividi