Gli animali erano in un recinto elettrificato
Gli animali erano in un recinto elettrificato (mariano cominelli)

Attacco del lupo a Cama

Diciassette pecore uccise in Mesolcina; l’attacco a poche centinaia di metri dall’abitato

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La notte scorsa a Cama un lupo ha attaccato diverse pecore, sbranandone sette. Altre dieci, rimaste gravemente ferite, sono state soppresse sul posto.

“Per fugare ogni dubbio bisognerà aspettare le analisi genetiche, ma i guardacaccia sono convinti che sia stato il grande predatore”, conferma ai nostri microfoni Mariano Cominelli, proprietario del bestiame. “L’ho scoperto stamani – ci spiega –. Sono andato a farmi un giro e ho visto che mancava oltre la metà del gregge. Poi ho trovato gli animali morti qua e là”. Animali che erano protetti da una recinzione elettrica, alta 1,2 metri.

Il pascolo, posizionato in pianura, dista inoltre solo poche centinaia di metri dall’abitato. Secondo quanto riferito a Cominelli dai guardacaccia, è possibile – ma ancora da accertare – che a predare le pecore siano stati uno o più lupi della Valle Morobbia: “Il danno economico è il minimo per me, ma ora sono demoralizzato e soprattutto ho paura che possa succedere di nuovo”.

CSI/AB/ludoC

Dal Quotidiano:

Il lupo attacca in Mesolcina

Il lupo attacca in Mesolcina

Il Quotidiano di mercoledì 08.02.2017

Condividi