Elemento caratterizzante del progetto scelto nel 2008 è la rotonda sopraelevata dal diametro di 60 metri
Elemento caratterizzante del progetto scelto nel 2008 è la rotonda sopraelevata dal diametro di 60 metri (Archivio USTRA)

Bellinzona allacciata all’A2

Il semisvincolo costerà 65 milioni di franchi. Lavori dal 2020 al 2023

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sessantacinque milioni di franchi. A tanto ammonta il costo per realizzare il semisvincolo di Bellinzona che allaccerà il centro città all’A2 tramite la costruzione di una grande rotonda sul ponte sopra l’autostrada. Ricorsi permettendo, l’approvazione è prevista per il 2019 e la costruzione tra il 2020 e l’inizio del 2023.

Uno sguardo complessivo su: seminsvincolo, nuova Via Tatti, parcheggio e gli altri interventi
Uno sguardo complessivo su: seminsvincolo, nuova Via Tatti, parcheggio e gli altri interventi (DT)

L’investimento, oltre alle opere strettamente connesse con l’entrata e l’uscita autostradale per chi arriva da sud o è diretto verso meridione (riconfigurazione di Via Tatti, ripari fonici, parcheggio di attestamento con 500 posti, raccordi ciclopedonali e nuova passerella in corrispondenza dell’ex ponte Torretta), comprende anche la sistemazione di Via Birreria (sulla sponda destra del Ticino).

Il progetto definitivo allestito dopo il voto del 2015 e il messaggio sono stati presentati giovedì mattina dal consigliere di Stato Claudio Zali, dal presidente della commissione regionale trasporti Simone Gianini e dal capo filiale USTRA Marco Fioroni. I costi saranno a carico della Confederazione (16,2 milioni), Cantone (36,6) e Comuni (12,2).

Diem

Dal Quotidiano:

60 milioni per il semisvincolo

60 milioni per il semisvincolo

Il Quotidiano di giovedì 22.06.2017

Condividi