Bondo, il Cengalo fa ancora paura

Tre milioni di metri cubi di roccia in movimento: lo hanno ribadito le autorità a un anno dalla gigantesca frana. Mai trovati i corpi degli 8 dispersi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tre milioni di metri cubi di roccia sono di nuovo in movimento e per questo si teme già per questa estate una frana di oltre un milione di metri cubi. È quanto è stato ribadito oggi, lunedì, a Stampa, frazione di Bregaglia, durante una conferenza stampa ad un anno dalla gigantesca frana – e dalla successiva colata di fango – staccatasi dal Pizzo Cengalo, che ha provocato l'evacuazione di oltre 140 persone a Bondo e la morte di otto escursionisti, i cui corpi non sono mai stati ritrovati.

 

 

Presenti anche il consigliere di Stato Christian Rathgeb e il consigliere federale Guy Parmelin, che ha sottolineato come il dispositivo di messa in sicurezza ha funzionato bene, grazie alla buona collaborazione delle autorità a tutti i livelli.

 

Alla conferenza stampa ha preso parte anche la sindaca di Bregaglia, Anna Giacometti, che ha ringraziato nuovamente per la grande solidarietà che tutto il paese, non solo i Grigioni, ha dimostrato nei confronti di Bondo e spiegato che un nuovo dispositivo in caso di emergenza è stato messo in atto (guarda il video in cima all'articolo).

LudoC/AW/ATS

Bondo, il Cengalo fa ancora paura

Bondo, il Cengalo fa ancora paura

Il Quotidiano di lunedì 13.08.2018

Condividi