Immagine d'archivio
Immagine d'archivio (©Tipress)

Chi sapeva sarà ascoltato

Docenti e operatori a conoscenza delle violenze perpetrate dall'uomo condannato venerdì a otto anni saranno sentiti dagli inquirenti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Non è caduto nel vuoto il richiamo di venerdì del giudice Amos Pagnamenta al termine del processo in cui un cittadino siriano è stato condannato per atti di violenza sulla moglie e i due figli maggiori.

Marisa Alfier, la procuratrice pubblica titolare dell'inchiesta, ha infatti confermato sabato alla RSI che i docenti e gli operatori informati dei maltrattamenti saranno ascoltati dagli inquirenti.

L'obiettivo è verificare se ci sia stata qualsivoglia negligenza da parte di queste persone. Bisogna infatti capire come mai, pur essendo a conoscenza delle violenze subite dai ragazzi, non abbiano informato le autorità dato l'obbligo di segnalazione.

Verranno ascoltati dagli inquirenti

Verranno ascoltati dagli inquirenti

Il Quotidiano di sabato 11.07.2020

 
Quot/SP
Condividi