In gennaio la casa da gioco di Lugano aveva preannunciato licenziamenti e tagli salariali
In gennaio la casa da gioco di Lugano aveva preannunciato licenziamenti e tagli salariali (tipress)

Controproposte per il Casinò

Sono tre e sono state formulate dal personale della casa da gioco di Lugano, per contenere i licenziamenti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tre controproposte volte al contenimento dei costi del personale nell'ordine di un milione di franchi. Ad avanzarle in sede negoziale, sono stati i dipendenti del Casino di Lugano, nell'auspicio di limitare il più possibile il numero dei licenziamenti preannunciati dai vertici della casa da gioco in crisi. Una ventina i posti a rischio, stando a quanto preannunciato a fine gennaio.

Le parti hanno per ora convenuto di non divulgare i dettagli relativi a queste soluzioni, su cui dovrà ora esprimersi il consiglio d'amministrazione della società.

La situazione delle entrate del Casino di Lugano si è fatta di anno in anno sempre più problematica, per via del calo del gioco e dei visitatori. Il volume d'affari si è così ridotto dai 110 milioni di franchi del 2007 agli attuali 35-40 milioni.

CSI/ARi

Condividi