La consegna. Da destra Claudio Zali, Direttore Dipartimento del Territorio, Ursula Stämmer, Comitato Associazione Città dell'energia, Laurent Filippini, sindaco di Croglio, Mirja Andina, Municipale Presidente commissione Energia, Michela Sormani, portavoce Marchio città Energia e Jody Trinkler, consulente Città dell'Energia
La consegna. Da destra Claudio Zali, Direttore Dipartimento del Territorio, Ursula Stämmer, Comitato Associazione Città dell'energia, Laurent Filippini, sindaco di Croglio, Mirja Andina, Municipale Presidente commissione Energia, Michela Sormani, portavoce Marchio città Energia e Jody Trinkler, consulente Città dell'Energia ( © Ti-Press / Francesca Agosta)

Croglio città dell'energia

Consegnato il label, in tutta la Svizzera solo tre comuni più piccoli lo avevano già ottenuto

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Croglio può fregiarsi da oggi (sabato) del label di città dell'energia, già concesso a più di 300 comuni svizzeri per la loro politica energetica sostenibile, a promozione delle fonti rinnovabili e dell'uso efficiente delle risorse. Solo tre località più piccole, nella Confederazione, hanno raggiunto lo stesso traguardo.

L'ottenimento della certificazione era avvenuto il 25 novembre del 2015, al termine di un iter avviato nel 2013, ma ora ha avuto luogo anche la consegna. Oltre a Croglio, in Ticino nel 2015 hanno visti ricompensati i loro sforzi anche Stabio, Sant'Antonino e Gordola. Il totale è salito così a 17 comuni. Fra i progetti più importanti del villaggio malcantonese figura la posa di pannelli solari sul tetto dell'asilo, insieme alla rete di teleriscaldamento a biomassa a cui sono stati allacciati gli stabili comunali.

CSI/pon

Condividi