Dovranno essere venduti sei automezzi
Dovranno essere venduti sei automezzi (tipress)

Giosy Tours licenzia

Persa la concessione per i collegamenti su gomma dal Ticino a Malpensa, la compagnia lascerà a casa a fine anno 11 dipendenti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Ultime corse verso Malpensa per la Giosy Tours e per 11 dei suoi 18 dipendenti, che perderanno il posto di lavoro a fine anno. Sono gli autisti dei bus che collegano il Ticino -Castione, Lugano, Mendrisio e Chiasso- all'aeroporto lombardo, per i quali l'Ufficio federale dei trasporti non ha rinnovato la concessione. La motivazione è nota da tempo: nessuna concorrenza privata su gomma per la linea ferroviaria pubblica ormai pienamente operativa. La decisione vale per tutti, anche per le società estere, e l'unica deroga è per gli orari notturni senza treni.

 

In origine la fine del servizio, che esiste da 15 anni, era stata fissata a fine 2017, ma una proroga era stata concessa in virtù dei ritardi nella realizzazione dell'infrastruttura su rotaia.

La ditta non solo ha dovuto licenziare i conducenti, ma dovrà anche vendere sei automezzi. Berna non esclude di fare marcia indietro, ma solo fra tre anni, quando domanda e offerta saranno state rivalutate. Un tempo lunghissimo, però, per dirigenti e salariati della compagnia ticinese.

Licenziamenti alla Giosy Tours

Licenziamenti alla Giosy Tours

Il Quotidiano di venerdì 08.11.2019

 
CSI/pon
Condividi