Gli interrogativi sull'hangar di Magadino

Il Quotidiano di giovedì 15.07.2021

Hangar 1, la conta dei danni

All'aeroporto di Locarno si valutano l'entità dei danneggiamenti e le soluzioni per poter tornare operativi nella normalità al messimo entro un mese

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I lavori di pulizia all'aeroporto di Locarno, colpito dal maltempo degli scorsi giorni, sono immediatamente cominciati. I danni maggiori riguardano l'hangar 1, scoperchiato a causa delle forti raffiche di vento. Sul posto è intervenuta anche una ditta specializzata, poiché il tetto era in eternit.

La furia del maltempo

La furia del maltempo

Il Quotidiano di martedì 13.07.2021

"Sono iniziate subito le operazioni di pulizia e messa in sicurezza. Ora verranno rimossi i pezzi pericolanti rimasti sul tetto. Tutti gli aeromobili sono stati spostati", ha dichiarato Valerio Caroni, general manager di AeLo Maintenance.

Avvisati i proprietari degli aerei rovinati, è tempo di valutare l'entità dei danni, che riguardano in maniera minore anche l'hangar2. Poi bisognerà gestire con le varie assicurazioni le riparazioni, come spiega lo stesso Caroni: "Essendo un danno della natura, è l'assicurazione stessa dell'aeroplano che risponde dei danni specifici. Poi ci saranno altre assicurazioni che copriranno i danni all'hangar stesso e alle nostre infrastrutture".

Caroni spiega poi i due scenari possibili previsti per la riparazione del tetto: "O si pensa a una copertura provvisoria o a una definitiva. L'obiettivo è poter accedere nuovamente all'hangar entro qualche settimana o un mese al massimo".

 

Quot/FD
Condividi