(Ti-Press)

La legge sui negozi resta in vigore

Il Tribunale federale ha parzialmente accolto i ricorsi contro la norma ticinese, ma senza annullarla

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Alcune disposizioni della legge ticinese sull'apertura de negozi, entrata in vigore a inizio 2020, sono incostituzionali, ma la norma non va annullata. È quanto ha deciso il Tribunale federale che ha parzialmente accolto dei ricorsi contro la nuova legge, presentati dal sindacato UNIA, da un’azienda ticinese e da alcuni privati.

I giudici hanno ritenuto incostituzionale il legame tra l’entrata in vigore della legge e la sottoscrizione di un contratto collettivo di lavoro nel settore del commercio al dettaglio, perché le norme cantonali sulla chiusura dei negozi non possono avere come scopo la protezione dei lavoratori e viene così violata la supremazia del diritto federale. Il Tribunale ritiene però eccessivo e inopportuno annullare l’intera legge per un meccanismo legato alla sua entrata in vigore.

È stato anche annullato l’articolo che prevedeva la creazione di una commissione consultiva, composta da rappresentanti dei datori di lavoro e dei sindacati, per l’applicazione della legge. Anche questo articolo viola la supremazia del diritto federale.

Delusione del sindacato

Il segretario regionale di UNIA, Giangiorgio Gargantini, esprime la delusione del sindacato dato che la legge, ritenuta dannosa, resta in vigore.

Conseguenze limitate

In seguito alla sentenza, come specificato dal Tribunale federale, la norma ticinese resta valida e anche per il contratto collettivo di lavoro per il commercio al dettaglio non dovrebbero esserci cambiamenti.

La legge in breve

Apertura dal lunedì al venerdì fino alle 19.00 (giovedì fino alle 21.00), sabato fino alle 18.30 e domenica fino alle 18.00. Divieto di vendere bevande alcoliche oltre i normali orari d’apertura. Nelle regioni turistiche, per i negozi fino a 200 metri quadrati è possibile aprire quando il diritto federale permette di occupare il personale.

Il testo completo della Legge sull'apertura dei negozi

RG / sf
Condividi