Per cercare un po' di frescura c'è chi si è accampato in cima al Passo della Novena (©Ti-Press / Attilia Agosta)

La notte più calda

La temperatura a Lugano non è scesa sotto i 25,2°C. Non era mai successo. Sfiorato il primato nazionale di Meiringen

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Sottoceneri ha vissuto una notte su sabato caldissima. A Lugano è stato battuto un altro primato storico. La temperatura minima è stata di 25,2°C. La più alta per la stazione dall'inizio delle misurazioni considerate da MeteoSvizzera nel 1864. Si tratta di quasi un grado in più dei 24,3° registrati a Locarno Monti tra giovedì e venerdì.

Canicola, anziani a rischio

Canicola, anziani a rischio

Il Quotidiano di venerdì 28.06.2019

 

Sulle rive del Ceresio si è così rischiato di stabilire il nuovo record nazionale che risale al 2003. Nel mese di giugno della torrida estate di 16 anni fa, a Meiringen la colonnina di mercurio non era scesa sotto i 25,3°C. Solo 0,1 gradi più di quelli registrati tra  venerdì e sabato nella città al Sud delle Alpi. Ma allora, sottolineano gli esperti della stazione di Locarno Monti dell'Ufficio federale di meteorologia e climatologia, c'erano condizioni che rendevano il gran caldo notturno ben più sopportabile di quello con il quale sono stati confrontati gli abitanti di Lugano. Nella località bernese c'era infatti un favonio persistente e quindi un tasso di umidità nettamente inferiore.

Il caldo rallenta le funivie

Il caldo rallenta le funivie

Il Quotidiano di venerdì 28.06.2019

 

Il peggio sul fronte della canicola dovrebbe essere comunque passato. Nelle zone superiori del Ticino (Alta Valle Maggia, Valle Leventina, Val di Blenio) l'allerta è stata revocata, così come nell'Alto Moesano. Nel resto del Sopra e del Sottoceneri resta invece di grado 4 su 5 con pericolo forte fino a lunedì alle 18 quando si uscirà dal gran caldo degli ultimi giorni. Venerdì sul versante meridionale della catena alpina la temperatura massima è stata raggiunta a Biasca con 35,2 gradi. Si tratta comunque di 10,7 gradi in meno del nuovo primato raggiunto in Francia dove venerdì pomeriggio, a Gallargues-le-Montueux nel Gard, per la prima volta sono stati misurati 45,9°C.

Diem
Condividi