"Le ultime ore di mia mamma"

L'addio al tempo del coronavirus in una testimonianza raccolta da RTS e raccontata nello speciale RSI di lunedì 30 marzo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La madre di Maude aveva 66 anni, ed era malata da tempo, ha rifiutato di essere attaccata al respiratore. "Mia mamma mi ha chiesto di darle un Lexotanil. Si tratta di un medicamento ansiolitico, ne aveva qualcuno nella borsa. Ce n’erano solo da 3 milligrammi, ma lei ne prendeva 1,5, quindi ho suonato per chiamare l’infermiere. Ma non arrivava. Allora ho preso la pastiglia e l’ho spezzata a metà per darlo a mia mamma. Non ce la faceva già più, non capiva quello che le stavo dando e non aveva più il riflesso della deglutizione. Poi è arrivato l’infermiere, anzi no era un’infermiera che è venuta, è rimasta vicino alla porta della stanza e ha chiesto che cosa volesse mia mamma. Io non avevo capito bene, pensavo che si sarebbe avvicinata per parlare con mia mamma, ma mi ha detto di no, che avrebbe chiamato il suo solito infermiere. Alla fine lui è arrivato dopo, ha auscultato mia mamma e mi ha detto che se ne stava andando. Allora mi ha lasciato un momento da sola con lei. Quando è ritornato io gli ho detto: “respira ancora, ma più lentamente di prima”. Mi ha risposto: “Sì, se ne sta andando dolcemente”... La mamma di Maude è morta all'ospedale universitario di Losanna, vittima del Covid-19...

Guarda la testimonianza nel video in testa all'articolo

 Speciale Covid-19: Tutti contro il virus. Una serata di approfondimento per raccontare come la pandemia stia mettendo a dura prova l'intero sistema ospedaliero

Ospiti in collegamento:

  • Roberto-Gianni Di Stefano, medico di famiglia;
  • Rayan Pedevilla, capo Sezione del militare e della protezione della popolazione del canton Ticino.
Red.MM/RTS
Condividi