Ora sindacati e maestranze chiedono l'intervento dell'Ufficio cantonale di conciliazione

Navigazione, l'accordo non c'è

Proposto un aumento salariale del 2%. I lavoratori: "Così perdiamo 1'000 franchi su una busta di 4'900"

La vertenza degli ex marinai della Navigazione Lago Maggiore non ha ancora trovato una soluzione. Venerdì pomeriggio i vertici della Società Navigazione Lago di Lugano (che ha assorbito il personale del Verbano), hanno incontrato i sindacati e i rappresentanti del personale alla Casa del Popolo di Bellinzona.

L'accordo non è arrivato. La proposta della società Navigazione Lago di Lugano (benedetta dal Presidente del Governo, Claudio Zali) ovvero un aumento del salario del 2%, non è stata accettata da sindacati e personale. La perdita in busta paga, hanno detto, sarebbe infatti troppo alta (tra il 10 e il 15%), rispetto a quello che guadagnavano con il vecchio datore di lavoro.

A titolo di esempio, comporterebbe una perdita di circa 1'000/1'100 franchi su un salario che si aggirava attorno ai 4'900 franchi. Ora sindacati e maestranze chiedono l'intervento dell'Ufficio cantonale di conciliazione.

CSI/M. Ang.

Navigazione, salta l'accordo

Navigazione, salta l'accordo

Il Quotidiano di venerdì 14.09.2018

Condividi