Il rapper al centro della contestazione
Il rapper al centro della contestazione (Facebook )

Rivendicato il volantino

Una sedicente organizzazione di destra si sarebbe intestato il documento di minaccia contro il concerto di Bello Figo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il volantino affisso a Lugano che ha portato all'annullamento del concerto di Bello Figo, con tanto di minacce nei confronti del locale, è stato rivendicato dalla sedicente Associazione Nuova Destra. A scriverlo sono diversi portali di informazione ticinese che hanno ricevuto una nota anonima, firmata con un indirizzo e-mail @outlook.com. Il gruppo si presenta come da poco nato nel cantone, autonomo ed indipendente per essere voce del popolo.

Il gruppo del partito socialista del Municipio di Lugano è intervenuto sui fatti con una interpellanza urgente per chiedere chiarezza nel prossimo Consiglio comunale del 15 maggio.  Stessa cosa ha fatto il deputato comunista Massimiliano Ay nei confronti del Governo.

I consiglieri chiedono al Municipio cittadino di "informare sui rischi legati ad attentati e atti di violenza da parte di gruppi naziskin e di indicare come intende procedere per prevenire e combattere il fenomeno per mantenere sicura la Città, per consentire lo svolgimento di eventi normalissimi come quello annullato".

Red.MM

Dal Quotidiano:

Giusto annullare il concerto?

Giusto annullare il concerto?

Il Quotidiano di sabato 13.05.2017

 
Condividi