Bondo a fine agosto 2017 (RSI)

Tanta generosità per Bondo

Il comune di Bregaglia colpito dalla devastante frana del 23 agosto 2017 ha ricevuto donazioni per 14 milioni di franchi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'ondata di solidarietà per il comune di Bregaglia, pesantemente colpito dalla tragica frana del Pizzo Cengalo nel 2017, ha permesso di raccogliere complessivamente oltre 14 milioni di franchi di contributi a favore di Bondo dei quali 2,1 sono già stati versati. Soldi che finora sono stati utilizzati per spese non coperte dalle prestazioni assicurative (solo l'Assicurazione fabbricati dei Grigioni finora ha contribuito con circa 13 milioni), dal Fondo svizzero di soccorso per danni causati dalla natura, dalla Cassa cantonale per i danni della natura dei Grigioni o da altri finanziatori.

Versati finora 2,1 milioni

A renderlo noto è il rapporto intermedio stilato dalla speciale commissione per le donazioni istituita da enti assistenziali, Comune, Assicurazione fabbricati e cantone per valutare le domande di sostegno degli interessati, garantire una distribuzione equa delle donazioni e documentare l'impiego dei fondi riuniti tramite Catena della solidarietà (5,9 milioni), Comune (4,8 milioni), Patronato per comuni di montagna (2,4 milioni) e Caritas (1,3 milioni di franchi).

Procedura lunga

L'evasione delle richieste, spiega un comunicato nel quale si rinnovano i ringraziamenti a tutti coloro che hanno dimostrato la propria soldarietà, è piuttosto lenta.

RG 12.30 del 02.04.19: la corrispondenza di Andrea Netzer
RG 12.30 del 02.04.19: la corrispondenza di Andrea Netzer
 

Ciò poiché gli accertamenti richiedono molto tempo anche perché le donazioni vengono impiegate in primo luogo per garantire il sostentamento o in caso di oneri straordinariamente elevati. Inoltre, parte dei contributi ha una destinazione vincolata. Infine, ricorda la commissione, le donazioni non potranno essere versate prima che saranno state stabilite integralmente le prestazioni assicurative.

Aiuti ai privati e all'artigianato 
Nelle prime settimane dopo la frana le donazioni hanno permesso di fornire un aiuto immediato in modo rapido e semplice per un importo di 164'000 franchi. In una seconda fase sono state esaminate dozzine di domande e sono stati erogati complessivamente circa 380'000 franchi a favore di privati, aziende artigianali e associazioni.

Bondo ringrazia e festeggia

Bondo ringrazia e festeggia

Il Quotidiano di domenica 06.05.2018

 

Sostegno al Comune 
Oltre 1,5 milioni sono stati versati al comune di Bregaglia che in un anno e mezzo ha investito circa 15 milioni per misure immediate e per il ripristino delle proprie infrastrutture. Le sovvenzioni di Confederazione e Cantone ammontano a 9,9 milioni, mentre le assicurazioni hanno versato 2,9 milioni.

Costi residui elevati
Tuttora i costi effettivi causati dall'evento naturale e dalle sue conseguenze non sono noti in via definitiva, poiché dipendono dall'andamento della ricostruzione a Bondo. Nel periodo 2019-2023 il Comune sarà confrontato con costi stimati in circa 30 milioni di franchi per la ricostruzione delle infrastrutture, per le misure di protezione, nonché per nuovi ponti, strade e sentieri escursionistici. I costi saranno sovvenzionati da Confederazione e Cantone. Le donazioni saranno impiegate in via complementare per attenuare il carico dovuto ai costi residui.

14 milioni di aiuti per Bondo

14 milioni di aiuti per Bondo

Il Quotidiano di martedì 02.04.2019

 
Bondo, distribuiti 2 milioni di donazioni

Bondo, distribuiti 2 milioni di donazioni

TG 12:30 di martedì 02.04.2019

 
Diem
Condividi