La strada cantonale imbiancata a Rivera (RSI /CB)

Tornano temporali e grandine

Diverse le allerte diramate da Meteosvizzera – Importante grandinata nel Bellinzonese, Locarnese, Moesano e Alto Vedeggio - Disagi su A2 e A13, chiuse diverse strade

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tuoni, fulmini e strade e giardini imbiancati, non dalla neve ma dalla grandine. Il maltempo è tornato a colpire in Ticino martedì mattina: tra le 9 e le 10 diversi temporali si sono infatti abbattuti su Sotto e Sopraceneri e la grandine ha ricoperto strade e giardini nel Bellinzonese, Moesano, Locarnese e nell’Alto Vedeggio, dove è sono caduti chicchi grandi come palline di ping-pong.

Chicchi di grandine caduti nell'Alto Vedeggio
Chicchi di grandine caduti nell'Alto Vedeggio (RSI/Pompieri Monteceneri)

Dopo le preallerte diramate nei giorni scorsi, intorno alle 9 MeteoSvizzera aveva diramato diverse allerte temporali per tutto il territorio, con allarmi anche di grado 4 per il Ticino centrale e per la Leventina, Moesano e Val di Blenio.

Le segnalazioni di grandine giunte a MeteoSvizzera, colpito in particolare il Ticino centrale

La circolazione sull’autostrada A2 tra Rivera e Biasca risultava difficoltosa, tra le 10 e le 11, a causa della grandinata. Diverse strade sono state chiuse a causa di caduta alberi e inondazioni: tra Vira e Indemini, la cantonale nei pressi di Riazzino, tra Monte Carasso e Sementina, Via Pizzante sul Piano di Magadino.

 

L'allerta meteo resta in vigore fino alle 20 di stasera e nel pomeriggio sono previste altre precipitazioni, anche di forte intensità. Dopo una pausa di stabilità prevista per domani (mercoledì) una nuova perturbazione interesserà nuovamente il sud delle Alpi tra giovedì e venerdì.

Piante cadute sulla strada a Monte Carasso
Piante cadute sulla strada a Monte Carasso (Rescue Media)
dielle
Condividi