L'attuale infrastruttura è ritenuta insufficiente
L'attuale infrastruttura è ritenuta insufficiente (© Ti-Press / Benedetto Galli)

Venti milioni per Lugano-Agno

Il Municipio chiede il credito per due hangar, la sistemazione del P2 e l'acquisto di terreni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il piano industriale presentato dalla Lugano Airport SA, con una visione strategica di medio e lungo termine per il rilancio e la competitività dello scalo, è condiviso: su questa base il Municipio ha approvato oggi, giovedì, la richiesta di un credito di 20,1 milioni di franchi.

L'importo servirà in primo luogo alla realizzazione di due hangar, per rispondere alla forte richiesta da parte dell'aviazione d'affari e permettere così all'aeroporto di generare profitti interessanti. Inoltre, il parcheggio P2 per le soste brevi verrà risistemato. Per questi due interventi è prevista una spesa di 6,1 milioni.

L'investimento più consistente, 14 milioni, sarà però quello per l'acquisizione dei terreni che serviranno alla realizzazione di nuovi stabili e infrastrutture. Nell'ambito di un partenariato pubblico-privato, il comune li comprerà, mentre il progetto immobiliare sarà affidato a terzi dopo concorso. La città manterrà nelle sue mani la gestione dell'aeroporto, a garanzia di sicurezza e impiego. L’attuale infrastruttura, si legge in un comunicato, è carente dal profilo dell’efficienza dei consumi, della sostenibilità ecologia, e del comfort per gli utenti: il terminal passeggeri degli anni '70 è infatti sottodotato in termini di spazi e non permette di separare il flusso dell'area Schengen dal resto.

pon

Dal Quotidiano:

20 milioni per l'aeroporto

20 milioni per l'aeroporto

Il Quotidiano di giovedì 16.03.2017

Condividi