Un metodo innovativo e non distruttivo per autenticare violini e archi antichi
Un metodo innovativo e non distruttivo per autenticare violini e archi antichi (Keystone)

È uno Stradivari? Lo dice il legno

Uno studio svizzero svela come riconoscere gli strumenti musicali contraffatti attraverso l’analisi degli anelli annuali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È possibile riconoscere se uno strumento musicale di pregio, come un violino Stradivari, è autentico? La risposta è sì, come spiega Paolo Cherubini, dendrocronologo presso l’Istituto federale di ricerca WSL: “Si analizzano gli anelli annuali del legno con cui è costruito lo strumento ad arco. A tal fine se ne misura la larghezza direttamente sullo strumento oppure da fotografie. A quel punto si confronta la sequenza degli anelli annuali con serie dendrocronologiche di alberi già datati. Questi ultimi devono provenire dalla regione di origine del legno con cui è stato costruito lo strumento. Un’altra possibilità è il confronto con strumenti dei quali si conosce con certezza il costruttore".

 

Questa tecnica innovativa permette di datare lo strumento senza distruggere nemmeno un minuscolo frammento. Sono necessari però almeno 70 anelli per poter determinare l’età in maniera statisticamente solida. "Quando gli strumenti in legno sono troppo piccoli, il metodo non funziona più", afferma il ricercatore che ha pubblicato uno studio sulla rivista scientifica Science.

YR
Condividi