La replica dello Sputnik
La replica dello Sputnik (©Keystone)

Lo Sputnik compie 60 anni

Il suo lancio aprì l'era spaziale e l'agguerrita corsa allo spazio tra Unione Sovietica e Stati Uniti d'America

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il 4 ottobre 1957 il segnale del satellite artificiale Sputnik, lanciato in orbita dall'allora Unione Sovietica, lasciava il mondo senza fiato ed apriva quella che sarebbe diventata un'agguerrita corsa allo spazio con gli Stati Uniti d'America. L'era spaziale cominciava così, a Baikonur nel Kazakhstan, protetta dal più assoluto segreto.

Lo Sputnik, il cui nome significa proprio satellite, è stato il primo oggetto costruito dall'uomo a orbitare intorno alla Terra. Al suo interno erano presenti due radiotrasmettitori della potenza di un Watt i quali funzionavano su due frequenze ed emettevano segnali della durata di 0,3 secondi.

L'analisi dei radiosegnali hanno permesso di studiare la ionosfera, lo strato più alto dell'atmosfera. Furono 22 giorni memorabili fino a quando, il 26 ottobre del '57, le batterie si esaurirono dopo che lo Sputnik aveva percorso 60 milioni di chilometri. Il satellite lascio la sua orbita il 4 gennaio 1958, e si distrusse durante l'impatto con l'atmosfera.

ANSA/MABO

60 anni fa iniziava l'era spaziale

60 anni fa iniziava l'era spaziale

TG 12:30 di mercoledì 04.10.2017

Condividi