I Gruppi Roche e Basilea uniranno i loro sforzi (keystone)

Lotta al cancro alla vescica

Uno studio congiunto verrà lanciato nel 2019 in Svizzera per trovare una cura contro un carcinoma che colpisce 1'200 persone all'anno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Uniti contro il cancro della vescica: i laboratori Roche e Basilea vogliono combinare i loro farmaci per trattare il carcinoma vescicale. Per confermare l'efficacia della terapia, i due gruppi farmaceutici lanceranno uno studio attorno alla metà del 2019.

Le ricerche riguardano una combinazione del trattamento immunoterapico Tecentriq (atezolizumab) - sviluppato da Roche - e il farmaco antitumorale Derazantinib del gruppo Basilea, indica in un comunicato odierno quest'ultimo.

Lo studio permetterà di valutare efficacia, sicurezza e tollerabilità in pazienti affetti da cancro della vescica con anomalie del gene FGFR, spiega la società renana. Basilea finanzierà lo studio, mentre Roche fornirà il trattamento Tecentriq.

Il carcinoma vescicale

In Svizzera, secondo il sito web della Lega contro il cancro, ogni anno circa 1'200 persone si ammalano di cancro alla vescica, una percentuale che equivale a circa il 3 % di tutte le malattie tumorali. Tre quarti dei pazienti sono maschi. Al momento della diagnosi, quasi il 60 % dei pazienti ha 70 anni o più.

Per saperne di più: le spiegazioni della Lega contro il cancro

ATS/Bleff
Condividi