Finalmente liberi
Finalmente liberi (Ti-Press)

I canottieri ticinesi tornano a remare

Dopo il lockdown sono arrivate grandi soddisfazioni ai Campionati Svizzeri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Lo sport è ripartito e non l'ha fatto solo sui palcoscenici internazionali. A livello locale, gli appassionati hanno infatti potuto riabbracciare le proprie discipline, come nel caso del canottaggio, tornato a solcare le acque ticinesi. Marco Briganti, direttore tecnico del Club Canottieri Lugano, tira un sospiro di sollievo dopo la chiusura forzata: "Abbiamo ripreso nel mese di maggio dopo circa 10 settimane di lockdown. Siamo riusciti a portare avanti la preparazione per i Campionati Svizzeri, che si sono tenuti al Rotsee di Lucerna due settimane fa e da cui siamo tornati con 11 medaglie".

La federazione svizzera ha fatto un grosso sforzo per riuscire a far passare il messaggio di poter usare anche le imbarcazioni multiple Marco Briganti

Anche Daina Matise-Schubiger, vice-presidente della Società Canottieri Ceresio, è soddisfatta per un movimento che ha finalmente ripreso il largo e si affaccia ai campionati ticinesi in programma il 24 e 25 ottobre con ritrovata fiducia: "Siamo ripartiti bene. I ragazzi non vedevano l'ora di uscire sull'acqua. Andare sul lago dà una sensazione di libertà".

 
Condividi