Sils Maria

Il film di Olivier Assayas è disponibile su Play Suisse

Juliette Binoche è un'attrice. Nella vita, ma anche nella finzione di Sils Maria, un film che insegue la realtà in un gioco di specchi metacinematografico, fino a perdersi. Ma andiamo con ordine.

La Binoche, dicevamo, interpreta una star che ha recitato in grandi blockbuster hollywoodiani, ma si trova nella fase matura della sua carriera e “non vuole più interpretare supereroi”. Il destino la mette di fronte alla possibilità di rimettere in scena, a teatro, il dramma che l'ha lanciata, da giovanissima.

Sils Maria segue la sua vita in questa fase di preparazione allo spettacolo, che avviene per la maggior parte proprio tra le montagne dell'Engadina, dove passeggia, prova la parte e chiacchiera con la sua assistente, interpretata da Kirsten Stewart.

Il film ovviamente poggia tutto sulle spalle delle protagoniste, sulla loro capacità di coinvolgerti in un problema piuttosto lontano dalla vita quotidiana di chiunque: per fortuna Binoche e Stewart sono perfette, e infatti con questo ruolo la Stewart si è liberata dalla zavorra della sua carriera precedente, riassumibile nella frase “quella carina che si mordeva sempre il labbro inferiore in quella serie di film con i vampiri bellissimi e i lupi mannari con gli addominali scolpiti”.

Detto delle ottime performance delle protagoniste, rimane tutto il resto, meno convincente. Sils Maria è metacinema non solo perché si parla di gente che fa cinema, non solo perché si gioca sulle vite reali di star hollywoodiane (le scene in cui entrano in gioco i paparazzi ricordano da vicino la vita vera della Stewart): c'è anche il fatto che il regista Olivier Assayas aveva già girato un altro film con protagonista un'attrice impegnata nella produzione di un remake (Irma Vep). Quindi: doppi, tripli piani di lettura.

Meglio farla breve: è un film di cui è bello parlare, ma che non è altrettanto bello da vedere. Perché Assayas gioca a montare la tensione, per poi sgonfiarla inesorabilmente, e non mostrare l'evento atteso fino a quel momento. Intendiamoci, belli i film un po' freddi, che non danno troppe informazioni e costringono chi guarda a un continuo lavoro interpretativo. Qui però sembra quasi un dispetto allo spettatore.

Sils Maria su Play Suisse

Sils Maria (Francia, Svizzera, Germania / 2014 )
Regia: Olivier Assayas
Interpreti: Juliette Binoche, Kristen Stewart, Chloë Grace Moretz, Lars Eidinger, Johnny Flynn
Durata: 118'

Michele Serra
Condividi

Correlati