(© RSI)

Ascoltare in tutti i sensi

Con le cuffie gli ascoltatori s’immergono nella scena

Da 7 anni il Settore Prosa della Radiotelevisione svizzera utilizza il sistema di registrazione binaurale (tridimensionale) per la realizzazione di radiodrammi, avvalendosi di un microfono speciale chiamato “testa” capace di captare i suoni in modo naturale. Grazie a due microfoni situati al posto dei timpani, la “testa” registra anche i suoni che da destra arrivano a sinistra (o viceversa), con il naturale ritardo col quale anche l’orecchio umano li percepisce, registrandone il minimo spostamento riesce così a ridare all’ascoltatore la situazione effettiva, reale.

Il godimento di questi effetti è oggi possibile con l’utilizzo di normali cuffie stereofoniche; che siano quelle degli auricolari del telefonino, del computer in rete, o dello stereo di casa… la possibilità è quella di immergersi nel mondo dell’audio 3D.

Potete ascoltare alcuni esempi:

 

 

 

 

 

Olofonia: scarica la locandina  

www.paesaggiosonoro.it