Ambiente e consumi

Pulizie di primavera in cucina contro lo spreco alimentare

Idee e ricette per svuotare dispensa, frigorifero e congelatore da ingredienti da troppo tempo dimenticati

  • 19 marzo, 18:25
  • FOOD
Pulizie di primavera in cucina- dispensa
  • ©IStock
Di: Luisa Jane Rusconi

La primavera è alle porte e con lei anche il cambio stagione con quelle classiche “operazioni” casalinghe da rassetto e cambio degli armadi. Abbiamo però pensato alla dispensa e alla cucina?
Se avete rimanenze in credenza dall’inverno, Luisa Jane Rusconi ci consiglia come avvicinarci alle “pulizie di primavera” tra frigorifero, congelatore, dispensa e ricette… che l’operazione “svuotatutto” abbia inizio!

È giunto il momento: con i primi intermittenti caldi si fanno largo le pulizie di primavera. Cambio armadi, ordine nei cassetti… ma siamo sicuri di aver pensato anche al nostro frigorifero e alla dispensa? Non so voi, ma io ho sempre quel particolare barattolo o confezione che rimangono nascosti in fondo, a volte oltre il limite della data di scadenza (che poi è solo un’indicazione approssimativa).

Come vi comportante con le date di scadenza dei prodotti alimentari?

Controcorrente 19.01.2022, 12:05

  • iStock

Contro lo spreco in cucina mi rimbocco le maniche per ripartire da zero, con la scusa di sbrinare il freezer, pulire il frigorifero e mettere ordine in dispensa.
Come procedere?

  1. Controlla in frigorifero e congelatore cosa occupa troppo spazio pur essendo in quantità minime: resti di sottaceti e sott’olio in barattolo; il fondo di vino nella bottiglia nel comparto delle bevande; i resti di formaggio che occupano tutta la scatola ermetica senza fare un formaggio dello stesso tipo; oppure la confezione di verdure congelate che oramai usiamo quasi solo per lenire il dolore di un eventuale e innocuo infortunio casalingo.

  2. Inizia a pensare come utilizzare i resti: ad esempio, abbiamo verdure congelate, 2 uova, erbette essiccate o spezie per fare un tortino; cosa manca? Una base di pasta sfoglia sarebbe perfetta per fare una torta salata, dunque, segna subito nella lista della spesa gli ingredienti da integrare per l’operazione svuotatutto!

  3. Programma le ricette da cucinare e soprattutto organizzati se vuoi congelare qualcosa. Perciò, pensa se è il caso di tagliare la tua torta salata in porzioni per ottimizzare anche lo spazio in congelatore e facilitarti la gestione del cibo da scongelare, soprattutto se sei single o semplicemente in coppia. Pensa bene anche ai formati che usi per i cibi e vedi l’operazione di riempire il frigo come un gioco in perfetto stile tetris.

Qualche idea di ricetta con quel che puoi trovare in cucina (anche la salamoia dei sottaceti può essere un ingredienti prezioso)

  • Filetto di pesce, passata di pomodoro ed erbette: un filetto solitario di pesce che si sta tramutando in un blocchetto di ghiaccio? Lo faccio scongelare in frigorifero lentamente, quindi il giorno dopo lo cuocio nel resto della passata di pomodoro rimasta in frigo ad occupare lo sportello delle bevande, facendo un bel sugo di pesce per condire la pasta, usando la cipolla che stava quasi germogliando (avendo cura di togliere la parte interna e verde del germoglio) aromatizzando il tutto anche con l’origano rimasto in fondo al suo sacchetto e gli ultimi granelli di pepe della Vallemaggia.

  • Sottaceti superstiti e la loro salamoia: rimasti dall’ultimo aperitivo tra amici, ben troppo tempo fa. Ne rimangono tre, che galleggiano solitari. Li addento e decido di riutilizzare la salamoia, ricca di batteri acidolattici ottimi per la digestione. Come? La scelta è vasta: dal condimento per l’insalata, al riutilizzo per nuove conserve fatte in casa o per aiutare la fermentazione del pane arricchito con erbe aromatiche. Scopro che in Russia addirittura esiste una zuppa a base di salamoia, la rassol’nick. Da provare!

  • Concentrato di pomodoro, acciughe e capperi, fetta di pane congelata: decido di stemperare quel rimasuglio di concentrato assieme ad un paio di acciughe sott’olio e dei capperi che implorano di essere usati da diverso tempo e preparo delle tartine con le ultime fette di pane rimaste in congelatore. Congela sempre il pane - magari fatto in casa -, tagliato a fette per averlo a portata di mano nel caso di emergenza. Un paio di minuti nel tostapane bastano per riportarlo fragrante e croccante: una tecnica comoda con zero spreco!

  • Uova, latte e farina: tre ingredienti per diverse consistenze: un uovo, un poco più di mezzo bicchiere di latte e quel fondino di farina in fondo al pacco vengono sbattuti insieme. Poco importa la consistenza, dalla più liscia per fare delle crêpes alla più densa per dei blini oppure dei pancake... l'importante è non avere rimanenze che occupano frigo e dispensa inutilmente.

  • La merenda perfetta per svuotare la dispensa: un po’ di latte, un po’ di olio di semi, l’ultimo vasetto di yogurt, il cacao e la maizena comprate per fare la cioccolata calda (una volta, poi basta), il rimasuglio di farina, sono gli ingredienti giusti per fare un cake marmorizzato e liberarmi delle confezioni ingombranti!

    Per le quantità più ridotte di ingredienti di cui sbarazzarsi, semplicemente ridurre le quantità partendo dal peso dell’ingrediente più scarso. Trovo un barattolo di crema spalmabile al cioccolato, che è rimasta praticamente solo sulle pareti: scaldo un poco di latte e lo verso nel barattolo riempiendolo, chiudo con il coperchio e scuoto per bene. Effetto due in uno riuscito, latte al cioccolato e vasetto (quasi) pulito!

  • Pane raffermo, cipolla germogliata e fantasia.
    Mi ero scordata il sacchetto del pane! Trovo i “fondini” del pane abbandonati e ormai secchi. Le ricette con il pane raffermo di certo non mancano ma il pensiero torna alle cipolle in germoglio (eh sì erano più d’una): perché non farcirle con un trito di pane ammollato in quel dito di vino bianco rimasto dalla cena di ieri sera, erbette e spezie rimaste in minime quantità e delle buone olive taggiasche che ho centellinato fino a rimanere con una piccola manciata? Taglio la calotta e con delicatezza ne tolgo il cuore, lasciando due strati esterni. Hai per caso dei pinoli, delle mandorle oppure delle uvette che languono in vasetti o sacchetti semi-vuoti? Questa è la ricetta giusta per liberartene e gustarli con piacere.

Ricorda, basta davvero fare un piccolo sforzo di astrazione per creare piatti gustosi con quello che rimane in frigorifero o in dispensa, come ben sa la nostra Alice Tognacci - anche detta “Wonder Mommy” - che dispensa idee ricordando sempre che in cucina non si butta via nulla!

Non solo questi consigli sono ottimi per aiutarti a fare le pulizie di primavera, ma possono tornarti utili anche per quando devi svuotare il frigo prima di partire in vacanza.

Correlati

Ti potrebbe interessare