Svizzera

Zone non edificabili meglio regolamentate

Le Camere hanno trovato un’intesa per stabilizzare le costruzioni in tali aree, approvando il controprogetto all’iniziativa popolare “Per il paesaggio” del 2020

  • 27 September 2023, 08:26
  • 27 September 2023, 10:56
  • INFO

RG 12.30 del 27.09.2023 La corrispondenza di Alessio Veronelli

Di:ATS/EnCa

Le costruzioni fuori dalle zone edificabili saranno meglio regolamentate. Mercoledì le due camere del Parlamento hanno raggiunto un accordo sul controprogetto indiretto all’iniziativa popolare “contro la cementificazione del nostro paesaggio”. La Camera dei Cantoni è riuscita a ottenere una serie di deroghe.

Presentata nel 2020, l’iniziativa per il paesaggio mira a inserire nella Costituzione l’obiettivo di stabilizzare la quantità di terreno edificabile al di fuori delle zone edificabili. La revisione della Legge sulla pianificazione del territorio (LAT2) riprende l’obiettivo generale dell’iniziativa popolare.

È previsto un bonus per la demolizione e l’agricoltura ha la precedenza sui nuovi vincoli. Ma il bonus potrebbe essere pagato anche per gli edifici agricoli e turistici che vengono demoliti e poi ricostruiti. Il Consiglio nazionale ha condiviso il parere del Consiglio degli Stati, mentre l’idea originaria era quella di premiare solo le demolizioni. Il bonus sarà finanziato dalla Confederazione e dai cantoni.

Questi ultimi potranno designare nei loro piani regolatori zone speciali in cui sarà possibile costruire, ma tale nuova regola è soggetta a condizioni rigorose: da un lato, le superfici devono essere compensate, dall’altro le nuove costruzioni devono portare a un miglioramento della situazione.

Notiziario delle 10:00 del 27.09.2023

  • 27.09.2023
  • 08:08

Correlati

Ti potrebbe interessare