La banca elvetica si prepara ad annunciare a febbraio un secondo anno consecutivo in perdita
La banca elvetica si prepara ad annunciare a febbraio un secondo anno consecutivo in perdita (Keystone)

Credit Suisse, nuovi tagli in vista

Secondo il Financial Times, oltre ai licenziamenti annunciati in autunno, la banca taglierà il 10% dei dipendenti dell’investment banking in particolare a Londra e Zurigo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Credit Suisse è pronta a tagliare oltre il 10% dei dipendenti nell'investment banking in Europa, dando un ulteriore colpo a un settore dove i principali attori del settore stanno riducendo il personale fra avvisaglie di recessione.

Lo scrive il Financial Times, spiegando che i nuovi tagli di Credit Suisse - che l'anno scorso aveva annunciato 9’000 esuberi su scala globale (su 52'000 dipendenti) - arrivano mentre la banca elvetica si prepara ad annunciare a febbraio un secondo anno consecutivo in perdita.

I tagli sarebbero concentrati a Londra e Zurigo. Le banche d'investimenti fanno i conti con un calo del giro d'affari sulle attese di recessione: da Goldman Sachs a Morgan Stanley fino a Barclays hanno annunciato licenziamenti o l'intenzione di ricorrervi nei prossimi mesi.

 
ATS/dielle
Condividi