Prosegue l'avanzata ucraina nel Sud

TG 12:30 di mercoledì 05.10.2022

L'esercito di Kiev sta riconquistando varie località occupate dalle truppe russe a est e a sud (Keystone)

Prosegue l'avanzata ucraina

L'esercito di Kiev recupera vasti territori occupati da Mosca ma il Cremlino assicura che li riprenderà. Dai media russi critiche ai loro vertici militari

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Governo di Kiev ha rivendicato mercoledì svariate nuove vittorie militari sull'esercito russo nel sudest del Paese, mentre il Cremlino ha affermato di voler riconquistare il terreno perduto nelle regioni ucraine di cui rivendica l'annessione, nonostante la lunga serie di recenti battute d'arresto.

Il governatore ucraino della regione di Luhansk, finora sotto il controllo quasi totale della Russia, ha rivendicato una reale svolta. "Ora è ufficiale. La liberazione della regione di Luhansk è iniziata. Diverse località sono già state liberate dall'occupazione dell'esercito russo", ha detto Serhiy Hayday su Telegram, senza fornire ulteriori dettagli.

 

Martedì l'Ucraina aveva già rivendicato uno sfondamento nel nord della regione meridionale di Kherson, mentre quasi tutta la regione di Kharkiv (più a nord-est) appare ora sotto controllo ucraino; ciò spiana la strada verso l'Oblast di Luhansk, roccaforte dei separatisti insediati da Mosca dal 2014.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha tuttavia garantito che i territori annessi sarebbero rimasti russi "per sempre" e che Mosca riguadagnerà il terreno perso nell'arco di un mese. Queste aree “saranno riprese”, ha assicurato Peskov durante il suo briefing quotidiano.

Soldati ucraini celebrano la liberazione della città strategica di Lyman nell'Oblast di Donetsk
Soldati ucraini celebrano la liberazione della città strategica di Lyman nell'Oblast di Donetsk (Keystone)

Martedì l'esercito russo aveva riconosciuto le sue ritirate, pubblicando mappe dei territori che controlla in cui si vede che Mosca ha ceduto un'intera parte della regione meridionale di Kherson, abbandonando pure quasi tutta la sponda orientale del fiume Oskil, ultima area dell'Oblast di Kharkiv che ancora controllava. Un funzionario delle autorità di occupazione ha assicurato comunque che il ritiro russo nel sud era "tattico e temporaneo".

 

Reporter di guerra russi criticano i vertici militari

A est, la ritirata da Kharkiv ha consentito alle forze ucraine di portare il combattimento più a oriente, verso la regione di Luhansk e in particolare in direzione della città di Svatove. Se le autorità di Mosca hanno riferito il minimo su queste battute d'arresto, i corrispondenti di guerra dei media della Russia vicine al Cremlino insistono sulla loro rilevante portata.

Molti commentatori che appoggiano Vladimir Putin hanno del resto criticato i vertici dell'esercito apertamente: "È così. Non ci saranno buone notizie nel prossimo futuro. Né dal lato del fronte di Kherson, né ora da quello di Luhansk", ha commentato da Svatove sul suo canale Telegram Alexandr Kots, reporter del quotidiano Komsomolskaya Pravda.

La dottrina nucleare russa

La dottrina nucleare russa

TG 20 di lunedì 03.10.2022

 
AFP/AP/EnCa
Condividi