Il camion trasformatosi in una bara (Keystone)

Strage in Austria, le condanne

Dovranno scontare 25 anni di carcere i trafficanti implicati nella morte di 71 migranti al confine con l'Ungheria

Sono stati condannati a pene di 25 anni di prigione i quattro principali trafficanti implicati nella morte di 71 migranti nell’agosto del 2015. Lo ha deciso un tribunale ungherese.

I loro corpi erano stati ritrovati in territorio austriaco all’interno di un camion frigorifero abbandonato lungo la strada non lontano dal confine ungherese. I migranti, fra i quali quattro bambini, erano morti per soffocamento. La procura aveva chiesto l’ergastolo.

Gli altri dieci imputati, tre dei quali sono latitanti, dovranno invece scontare pene tra un minimo di 3 e un massimo di 12 anni di carcere.

AFP/ATS/SP

Condividi