Roberto Gualtieri destinato a succedere a Virginia Raggi alla guida della capitale (keystone)

Torino e Roma al centrosinistra

Gualtieri si impone nella capitale, Lo Russo vince nel capoluogo piemontese, Galimberti riconfermato a Varese - Trieste resta al centrodestra

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il centrosinistra esce vincitore dalle elezioni comunali italiane. Dopo aver difeso con successo Milano e Bologna e conquistato Napoli già al primo turno due settimane fa, nei ballottaggi di oggi, lunedì, ha fatto sue anche le altre due maggiori città del Paese: Torino e Roma.

 

Nel capoluogo piemontese, Stefano Lo Russo ha ottenuto il 59,2% dei voti, con quasi 20 punti di vantaggio su Paolo Damilano. Risultato analogo nella capitale, con Roberto Gualtieri al 60,1%, avanti su Enrico Michetti. Entrambe le città erano state governate dal Movimento 5 Stelle nell'ultima legislatura, con Chiara Appendino e Virginia Raggi.

Di interesse, alle nostre latitudini, anche il voto di Varese, dove Davide Galimberti, che cinque anni fa aveva interrotto l'egemonia leghista, ora si riconferma con il 53%, superando Matteo Bianchi. Il centrodestra si consola con la rielezione di Roberto Dipiazza a Trieste, che sembrava certa alla vigilia ma si è concretizzata solo di stretta misura su Francesco Russo: ha avuto il 51,3% dei voti.

Circa 5 milioni di elettori erano chiamati a scegliere i sindaci di 65 Comuni, fra cui 10 capoluoghi di provincia. Il centrosinistra ha sfiorato l'en plein, visto che a parte la citata Trieste ha perso solo Benevento, dove la fascia tricolore la indosserà ancora il centrista Clemente Mastella. Ha vinto più o meno nettamente, invece, anche Savona, Isernia, Caserta, Cosenza e Latina. Molto bassa l'affluenza, stimata al di sotto del 44% contro il 52,67% di due settimane fa al primo turno.

 
ANSA/pon
Condividi