Il quadro complessivo dei risultati delle votazioni federali
Il quadro complessivo dei risultati delle votazioni federali (rsi)

Dalle urne tre "no" e due "sì"

Respinte l'iniziativa per la limitazione e le revisioni di legge sulla caccia e sulle deduzioni fiscali. Passano invece congedo paternità e acquisto dei jet militari - Alta la partecipazione al voto

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tre bocciature e due approvazioni sono emerse dalle urne per questa prima tornata di votazioni federali dopo il lockdown. Respinte sono state sia l'iniziativa contro la libera circolazione, sia le modifiche di legge concernenti la caccia e le deduzioni fiscali per i figli. Accolti sono stati invece il congedo pagato di paternità e il decreto per l'acquisto dei nuovi aerei da combattimento.

La nostra diretta sulle votazioni federali

Ma andiamo per ordine. A schierarsi contro l'iniziativa per la limitazione è stato il 61,7% dei votanti. Solo quattro cantoni - Ticino, Svitto, Glarona e Appenzello interno - hanno sostenuto il progetto con maggioranze di misura a favore.

Iniziativa e revisioni di legge sulla caccia e sulle deduzioni fiscali: i dati definitivi
Iniziativa e revisioni di legge sulla caccia e sulle deduzioni fiscali: i dati definitivi (rsi)

La revisione della legge sulla caccia, benché accolta in 13 cantoni, è stata respinta dal popolo al termine di un testa a testa che ha tenuto banco per tutto il pomeriggio. E alla fine a dire "no" è stato il 51,9% dei votanti.

Uno schiacciante "no" ha quindi asfaltato il terzo fra gli oggetti in votazione: l'aumento delle deduzioni fiscali per i figli. A dirsi contrario è stato il 63,2% degli votanti. E solo in due cantoni, Ticino e Ginevra, la revisione di legge è stata approvata.

Congedo paternità e acquisto degli aerei militari: i dati finali
Congedo paternità e acquisto degli aerei militari: i dati finali (rsi)

Una maggioranza netta ha invece premiato a livello popolare l'introduzione di un congedo pagato di paternità della durata di due settimane. Ad accoglierlo è stato il 60,3% dell'elettorato. Il "no" ha invece prevalso in 9 cantoni.

Decisamente sul filo di lana, infine, l'esito del voto sui nuovi jet militari. Il decreto è stato alla fine approvato, ma con appena il 50,1% dei voti a favore: qualcosa come circa 8'000 voti di scarto di differenza. Otto cantoni, fra i quali anche il Ticino, hanno detto "no".

Un alto tasso di partecipazione di circa il 59%

Oggi gli svizzeri si sono mobilitati per le prime votazioni federali dall'inizio della pandemia di coronavirus. L'affluenza è stata superiore alla media: circa il 59% per cinque diversi argomenti - caccia, congedo di paternità, detrazioni fiscali per i bambini, libera circolazione delle persone e l'aviazione.

 
Condividi