Si aspetterà meno per i sussidi (keystone)

Energie rinnovabili, meno attesa

Via libera anche del Consiglio nazionale alla soluzione per permettere una distribuzione dei sussidi più rapida

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le liste di attesa per l'ottenimento del sostegno alle installazioni di produzione elettrica rinnovabili devono diminuire: dopo gli Stati, giovedì anche il Consiglio nazionale ha sostenuto con 130 voti favorevoli, 50 contrari e un’astensione una mozione di Damian Müller (PLR/LU) volta ad autorizzare un indebitamento temporaneo del “fondo per il supplemento rete”

Attualmente questo fondo si trova in una situazione paradossale: da un lato ha accumulato risorse per un miliardo di franchi e dall’altro registra lunghe liste d’attesa, in particolare per i progetti fotovoltaici. Le lunghe attese inibiscono le decisioni d’investimento, ostacolando l’espansione delle energie rinnovabili prevista dalla Strategia energetica 2050.

Stando a Müller, la minaccia di un indebitamento del fondo è tuttavia limitata a pochi anni poiché, secondo i calcoli dell'Ufficio federale dell'energia, a partire dal 2027 è prevista una diminuzione del fabbisogno. Da quel momento in poi le entrate derivanti dal supplemento rete supereranno le spese previste.

ats/mrj
Condividi