Una biblioteca di oggetti

Aperto un anno fa a Berna, il "LeihBar" promuove il consumo sostenibile e raccoglie interesse

Una biblioteca di 350 oggetti da prendere in prestito quando se ne ha bisogno. Questa l'idea alla base del "LeihBar", aperto un anno fa a Berna dalla Fondazione svizzerotedesca dei consumatori (SKS), che ha tracciato un primo bilancio.

Gli utensili sono stati presi in prestito circa 1'100 volte e i più gettonati sono stati i trapani e apparecchi per pulire le finestre. Ma sugli scaffali si possono trovare le cose più disparate, dalle palle da discoteca al bollitore per il vin brulé, passando per gli strumenti musicali.

Le oltre 200 persone, membri dell'associazione che si appoggia su 20 volontari per far funzionare il "LeihBar", pagano una quota di 60 franchi all'anno e possono prendere in prestito quello che desiderano.

La SKS ha lanciato questa offerta per facilitare il consumo sostenibile e la conservazione delle risorse naturali. Conta di aprire biblioteche degli oggetti anche in altre città.

ATS/sf
Condividi