Immagine d'archivio (Ti-press)

Coronavirus, salta San Provino

Le limitazioni imposte dal Consiglio Federale creano le prime conseguenze in Ticino

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"È una decisione saggia, ma forse bisognava prenderla già prima" afferma Thierry Morotti, sindaco di Agno, dopo la scelta del Consiglio Federale di vietare tutte le manifestazioni pubbliche o private con più di 1000 persone. Il prossimo appuntamento in agenda in Ticino sarebbe stata l'annuale Fiera di San Provino che come di consuetudine si tiene nel secondo fine settimana di marzo.

"Non è una doccia fredda perché me lo aspettavo. Pensavo che questa decisione la prendesse il Consiglio di Stato già mercoledì dopo che avevano annullato il carnevale", aggiunge Morotti un po' amareggiato perché la macchina dei preparativi era oramai in moto.

Mercato di Bellinzona confermato

Al contrario di San Provino, il tradizionale e frequentato mercato che si tiene tutti i sabato mattina nella città di Bellinzona si svolgerà regolarmente. Lo ha annunciato su Facebook la Società dei commercianti di Bellinzona.

 

CSI/YR
Condividi