L'abete che divide

A Lugano monta la polemica sull’albero di Natale tagliato a Barbengo. Il Verde pubblico: era di un privato, già da alcuni anni segnalava di volerlo abbattere

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

A Lugano monta la polemica sull’albero di Natale tagliato a Barbengo. Il verde pubblico: era di un privato, già da alcuni anni segnalava di volerlo abbattere.

Non ha lasciato indifferenti alcuni abitanti di Barbengo il taglio nei giorni scorsi di un grosso abete in zona Brughette. L’albero che sorgeva su un terreno privato si trova ora in Piazza della Riforma, dove è addobbato a festa per il Natale. Ma a Barbengo c’è già chi lo rimpiange: oggi il Corriere del Ticino pubblica la lettera che denuncia “poca sensibilità e poco rispetto delle autorità cittadine”. Il tamtam si è spostato anche sul web.

Ma perché è stato scelto proprio quell’abete per Piazza Riforma? Ne abbiamo chiesto conto a Christian Bettosini, caposezione Verde pubblico della Città di Lugano: “Noi -spiega- non andiamo mai a tagliare una pianta per usarla in piazza come albero di Natale. Partiamo sempre da segnalazioni di privati, e se la pianta fa al caso nostro le diamo una seconda vita per le festività. In questo caso il privato si era già manifestato per 4-5 anni di fila. Visto che l’avrebbe tagliata lo stesso, siamo intervenuti”.  Da notare che ai privati in questi casi non sono richiesti contributi spese, è una sorta di “do ut des”.

r.l.

L' albero della polemica

L' albero della polemica

Il Quotidiano di mercoledì 27.11.2019

Condividi