I risultati dell’indagine permettono di stabilire la diffusione e la pericolosità delle microplastiche nell’ambiente
I risultati dell’indagine permettono di stabilire la diffusione e la pericolosità delle microplastiche nell’ambiente (Keystone)

Microplastiche, Ceresio sempre tra i più contaminati

Uno studio del DT conferma una concentrazione mediamente superiore ad altri laghi svizzeri - Accumuli anche in diverse tipologie di suoli

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La concentrazione delle microplastiche nel Lago di Lugano è mediamente superiore ad altri laghi svizzeri. Lo conferma l’attività di monitoraggio e quantificazione delle microplastiche (MP, dimensioni inferiori a 5 mm) promossa dal Dipartimento del territorio (DT) nel corso del 2020. Nello studio pubblicato si evidenziano risultati analoghi a quanto rilevato nel 2018.

Un secondo studio, coordinato dalla Sezione della protezione dell’aria dell’acqua e del suolo (SPAAS) del DT con misurazioni eseguite nel 2021 dall’Istituto Microbiologia della SUPSI, ha determinato per la prima volta in Svizzera la presenza di plastiche e microplastiche in diverse tipologie di suoli (parchi urbani, campicoltura e orticoltura).

Le analisi hanno evidenziato “concentrazioni variabili tra le 20 e le 70 MP/kg nell’intervallo dimensionale tra 1 e 5 mm”, si legge in una nota. I risultati dell’indagine, che nel 2023 saranno integrati in un rapporto complessivo, permettono di stabilire la diffusione e la pericolosità delle microplastiche nell’ambiente.

YR
Condividi