Milioni contro le colonne

Il Gran Consiglio finanzia sia i semafori al posto delle rotonde tra Camorino e Locarno, sia il via alle opere per sgravare il traffico del Basso Malcantone

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un doppio "sì", per lottare contro il traffico di due zone “ormai al collasso”, come ha riferito il direttore del dipartimento del Territorio Claudio Zali.

Martedì il Legislativo - con 49 voti favorevoli, 27 contrari e 7 astenuti - ha dapprima approvato il credito di 3,3 milioni di franchi per sostituire tre rotonde con tre semafori sul Piano di Magadino. I lavori saranno da realizzare nei comuni di Cadenazzo e Gambarogno entro il 2020. Il PPD di Cugnasco-Gerra potrebbe però lanciare un referendum.

In seguito - con 68 voti favorevoli, 8 contrari e 2 astenuti - è stato accolto un credito di 8,5 milioni per sgravare il traffico del Basso Malcantone. Gli interventi in questo caso prevedono la posa di semafori a Caslano, il potenziamento delle rotonde Magliasina e Magliaso e soprattutto la costruzione di una nuova fermata della ferrovia Lugano Ponte Tresa a Vaslano-Colombera.

joe.p.

Condividi