Restrizioni nei bar, le reazioni di categoria

Il Quotidiano di venerdì 03.07.2020

"Stava anche andando bene..."

Massimo Suter di GastroTicino sulle nuove restrizioni: "Stiamo tornado indietro. Così per il commercio poche speranze positive"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Per i locali notturni ticinesi le cinque nuove disposizioni (per saperne di piu' clicca qui) diramate ieri dal Governo ticinese potrebbero decretare la fine della festa per quest'estate.

E per i ristoranti ed i bar? "Stava anche andando bene. La frequenza nei ristoranti stava aumentando. Il turismo si stava muovendo. Ma queste nuove regole fermano questa evoluzione positiva", commenta Massimo Suter, presidente di GastroTicino.

Un primo passo, teme GastroTicino, che fa presagire ulteriori restrizioni a venire. "Se i numeri dei contagi in aumento dovessero confermarsi anche nelle prossime settimane vi sarà verosimilmente un ulteriore inasprimento di queste regole", aggiunge Suter.

"Stiamo tornado indietro. E per il commercio questa situazione non da adito a speranze positive", conclude. Queste misure, ricordiamo, rimangono in vigore fino al 19 luglio.

Quot/joe.p.

Condividi