(KEYSTONE)

Obama: "In Siria azione limitata"

E poi la promessa agli americani nel suo discorso del sabato: “Non sarà un altro Iraq o un altro Afghanistan”

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una decisione “solenne” non presa alla leggera. Così Barack Obama spiega la sua decisione di agire militarmente contro il regime siriano. “Come leader della più antica democrazia costituzionale al mondo, so che il nostro Paese è più forte e le nostre azioni più efficaci se agiamo insieme. È per questo che ho chiesto al Congresso di votare”.

Il regime di Assad è “responsabile” del peggior attacco con armi chimiche del 21esimo secolo. “Noi siamo gli Stati Uniti e non possiamo chiudere gli occhi davanti alle immagini che abbiamo visto”, anche se è accaduto “dall'altra parte del mondo”, ha
affermato il presidente americano.

Un'azione limitata, senza truppe di terra: “Non sarà un altro Iraq o un altro Afghanistan”, ha precisato il presidente americano, sottolineando che “qualsiasi azione» contro il regime siriano sarà limitata, in termini di portata e di tempo”.

redMM


Condividi