L’agricoltura verticale

A San Paolo in Brasile ha aperto la prima fattoria urbana verticale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sono delle serre in città dove si coltivano prodotti agroalimentari. Le piante crescono senza bisogno di terreno, con sostanze nutritive e un decimo dell’acqua di cui avrebbero bisogno rispetto alla classica coltivazione. La fotosintesi avviene più rapidamente grazie a delle lampade LED.

Con questo metodo da una parte si riduce lo sfruttamento delle risorse naturali e dall’altra si produce molto di più rispetto a un normale campo agricolo. La fattoria urbana verticale potrebbe quindi essere una soluzione considerando che la popolazione urbana sta crescendo. Secondo diversi scienziati, in futuro la maggior parte della popolazione vivrà in città e questo comporta vari problemi, fra cui il sostentamento.

Questo tipo di agricoltura implica però importanti costi energetici e di investimento. In Svizzera alcuni anni fa una start up zurighese ha aperto una fattoria urbana in un quartiere industriale di Basilea. Un milione e 200 franchi l’investimento dopo anni di preparazione del progetto. Un fenomeno che invece in Svizzera è molto diffuso è quello degli orti cittadini.

Condividi