I Webster come esempio
I Webster come esempio (Ufcom)

Le trappole del web

Una serie di Storie di Internet a fumetti per non cadere nella rete

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Seba, Giulietta, Max, i loro genitori, il nonno, i loro amici e nemici. Sono i protagonisti dei fumetti che compongono le Storie di Internet edite (in 5 lingue) online e su carta dall’Ufficio federale delle comunicazioni per dare ai giovani qualche strumento per difendersi dai pericoli del web.

Le storie narrano le vicissitudini quotidiane di una famiglia immaginaria, i Webster, nell'utilizzo delle tecnologie della comunicazione. Si parla di protezione del computer, applicazioni a pagamento, abbonamenti truffa, dati che vivono di vita propria, ma pure di dipendenza da Internet, sexting (ricatti a sfondo sessuale) e mobbing.

I titoli delle 15 storie sono chiari e intendono raggiungere i giovani con il loro linguaggio.

I titoli delle Storie di Internet
I titoli delle Storie di Internet (Ufcom)

L'intenzione non è quella di intimorire l'utente di Internet, ma di sensibilizzarlo a un utilizzo responsabile tramite messaggi comprensibili a tutte le generazioni. Anche ai non nativi digitali.

Diem

Dal TG20:

I pericoli di internet in un fumetto

I pericoli di internet in un fumetto

TG 20 di martedì 24.11.2015

Condividi