Mangiare a colori

5 gruppi variopinti nel piatto per mantenerci in salute

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una gustosa bowl colorata o una macedonia di frutta fresca non sono solo una festa per gli occhi, ma costituiscono anche un concentrato di sostanze benefiche per la salute. Mangiare a colori è un ottimo modo per mantenerci in salute quest’inverno e durante tutto l’anno.

Oltre al prezioso tenore in acqua, vitamine, sali minerali e fibre, la frutta e la verdura contengono anche speciali sostanze colorate dall’azione protettiva. Si tratta di composti che forniscono vitalità e benessere al nostro organismo, rinforzando le difese immunitarie e riducendo il rischio di obesità, diabete, tumori e malattie cardiovascolari. L’aspetto colorato della frutta e della verdura è determinato dagli antiossidanti e dai pigmenti presenti negli alimenti. Frutta e ortaggi di stagione possono essere raggruppati in 5 colori: 

  • Blu-viola
    Melanzane, radicchio, fichi, lamponi, mirtilli, more, ribes, prugne e uva nera. Si tratta di alimenti ricchi di antociani, beta-carotene, vitamina C, potassio e magnesio.
  • Verde
    Asparagi, basilico, biete, broccoli, cavoli, carciofi, cetrioli, insalata, rucola, prezzemolo, spinaci, zucchine, uva bianca e kiwi. Sono alimenti ricchi di vitamina C, acido folico, calcio e magnesio.
  • Bianco
    Aglio, cavolfiori, cipolle, finocchi, funghi, mele, pere, porri e sedano.
    Questi ortaggi tipicamente invernali sono un vero toccasana per il nostro sistema immunitario, perché apportano solforati, potassio, vitamina C e selenio.

  • Rosso
    Angurie, arance rosse, barbabietole rosse, ciliegie, fragole, peperoni, pomodori, ravanelli e melagrane. Tali alimenti contengono licopene e antociani.

  • Giallo/Arancio
    Arance, limoni, mandarini, pompelmi, meloni, albicocche, pesche, nespole, carote, peperoni, zucca e mais. Si tratta di cibi ricchi di flavonoidi, beta-carotene, vitamina C e potassio.

Come sempre, si ricorda che non esiste il singolo alimento magico da assumere in un momento particolare dell’anno o della giornata. L’idea che un colore anziché l’altro sia adatto al nostro stato emotivo o a determinati periodi dell’anno non ha una valenza scientifica.

L’importante è variare e cercare, quando possibile, di comporre piatti colorati in ogni stagione usando i prodotti locali che la natura ci regala in ogni stagione.

Attenzione, gran parte delle vitamine viene persa durante la cottura. Il consiglio è sempre quello di tenere la verdura ‘al dente’ e di fare in modo che non perda il suo bel colore acceso. 

RSI Food è anche social con pillole e contenuti nuovi @Instagram @Facebook

Chiara Jasson
Condividi

Potrebbe interessarti