Camper

In campagna ai tempi del Covid

#RadioCamper2020 in Michigan alla scoperta delle modalità con cui i volontari cercano di coinvolgere gli elettori malgrado mascherine e distanziamento sociale

  • 15 October 2020, 18:40
  • 10 June 2023, 03:34
  • ELEZIONI USA 2020

Il Covid condiziona l'operato dei volontari impegnati nella campagna

Di:Emiliano Bos

Non era il postino a suonare sempre due volte, ma il volontario della campagna elettorale. Adesso il campanello tace. Ai tempi del Covid occorre inventarsi nuove modalità per raggiungere gli elettori. Persino qui nella contea di Kent, una dei terreni di battaglia politica più contestati degli interi Stati Uniti.

Nel piccolo quartier generale del Partito Democratico si lavora a ritmo serrato per confezionare strani pacchetti. Buste trasparenti che contengono i volantini dei candidati. Certo, non si vota solo per la Casa Bianca. Anzi, sono soprattutto le elezioni locali l’amo con cui attirare l’attenzione di chi deve votare.

Karen e Donna spiegano che tipo di volantini lasceranno agli elettori di Grand Rapids

Karen e Donna spiegano che tipo di volantini lasceranno agli elettori di Grand Rapids

  • RSI/Emiliano Bos

Ma con la pandemia tuttora in corsa il tradizionale sistema del porta-a-porta è andato in crisi. Almeno per i democratici. "Abbiamo dovuto inventarci qualcosa di innovativo" mi dice Gary Stark, ex-docente universitario di storia della Germania, che da quando è andato in pensione un paio d’anni fa ha preso la direzione del partito democratico in questa contea.

Dopo le tappe nell’America rurale e conservatrice, RadioCamper2020 è arrivata nell’inquieto Midwest, dove le periferie delle grandi città sono il luogo dove si decide davvero la corsa per la Casa Bianca.

In un quartiere residenziale alle porte di Grand Rapids, seconda città del Michigan, abbiamo seguito un paio di volontarie democratiche. Che adesso, invece di bussare una o due volte, con delicatezza alla maniglia della porta il "sacchetto elettorale" confezionato da altri volontari. Appeso a un elastico. La cassetta della posta – per legge – non si può usare. Tutto resta dunque appeso a quell’elastico, che ondeggia con l’incertezza di questo voto per le presidenziali.

Il cartello che invita vigorosamente a indossare la mascherina

Il cartello che invita vigorosamente a indossare la mascherina

  • RSI/Emiliano Bos

"Wear a damn mask": "indossate quella cacchio di maschera", si legge davanti a un portico, accanto a un cartello di Joe Biden. Qui abita un democratico e mette la mascherina. "E’ diventata parte della nostra vita quotidiana, dobbiamo indossarla per contenere il virus, non possiamo fare altrimenti" dice David Blumenthal, uno dei volontari democratici che prepara i volantini da appendere. Radio Svizzera? Ci chiede. Da tempo, lui ascolta il canale "Swiss Jazz" della SRG. "Adesso, dice sorridendo, finalmente vi conosco di persona".

Ti potrebbe interessare